Passo Crocedomini dal Gaver con le ciaspole

L'itinerario che viene descritto è quello relativo al percorso con le ciaspole. In estate il percorso da seguire sarebbe diverso. Anche perchè in buona parte la "versione invernale" segue la strada statale 669 del Caffaro. Se non avete le ciaspole, potete noleggiarle direttamente in Gaver, all'ultima locanda che trovate prima che la strada statale sia chiusa per le neve. Il locale si chiama Blumun Break, e il percorso parte proprio da dietro la locanda. Seguite l'itinerario segnato per gli sci d'alpinismo, salendo in mezzo alla bella pineta. Ci si affianca poi alla pista da sci, senza però mai salirci sopra (sareste anche a rischio di multa!). Si sale alternando brevi salite a tratti in piano fino ad un passo che coincide con una specie di "incrocio" (dalla partenza circa 50 minuti) con le piste da sci. Qui continuate dritti, abbandonando le piste da sci che rimarranno alle vostre spalle, seguendo così la statale del Caffaro, che prima avevamo incrociato, e che ora seguiremo. Se la neve è particolarmente alta, la traccia della strada probabilmente sarà quasi scomparsa. Dopo poche centinaia di metri, vi troverete ad un bivio, la cui visibilità e riconoscibilità probabilmente dipenderà dall'altezza della neve (sperando di non trovare nebbia!). Andando dritti lascerete la strada e seguirete per il lago della Vacca (la segnaletica "estiva" lo segna in più di 2 ore), percorso solitamente molto più battuto, ma voi tenete la sinistra e continuate sulla traccia della strada continuando per il passo. Il percorso è molto agevole; potete tagliare un po' di tornanti e aumentare il divertimento con le ciaspole. Se c'è stato molto vento nei giorni precedenti alcuni pezzi di strada saranno completamente occupati dalla neve diventando leggermente esposti. Ma sapete che le ciaspole hanno una buona tenuta anche sulle pendenze e sui pezzi magari ghiacciati, per cui andate tranquilli ma con la necessaria prudenza. In poco tempo, arriverete al passo di Crocedomini, che separa la Valsabbia dalla Valcamonica. Al passo naturalmente troverete una croce e il solito meraviglioso panorama. Il percorso lo si può tranquillamente fare in un'ora e mezza circa, ma può aumentare di molto con le pause quasi obbligatorie per ammirare il bellissimo panorama e per fare le immancabili fotografie! La zona e spesso battuta da un vento molto forte e gelido. Dal passo potete anche prendere la stradina (in estate è sterrata) che va al passo Maniva (circa 1600 metri). La strada sale fino a quasi 2200 metri, prima di scendere al Maniva.

guarda le fotografie del percorso al Passo Crocedomini con le ciaspole
scattate il 28 gennaio 2007