Al passo Mortirolo salendo dall'Aprica per Trivigno

Il percorso qui proposto è un’alternativa alla tradizionale salita al passo del Mortirolo tra Valcamonica e Valtellina. La “vera” salita sarebbe quella da Mazzo (in Valtellina), o in alternativa da Monno. Esiste però una salita con pendenze più accessibili e con dei tratti panoramici che le altre due salite più classiche non offrono. Si tratta della salita dal Passo dell’Aprica. Per fare un giro ad anello si può partire da Edolo (700 metri), andando in direzione del passo dell’Aprica. Volendo si può evitare il primo tratto di statale passando per Santicolo e Corteno Golgi, anche in questo caso ci sarà un tratto di salita con pendenze impegnative (a occhio almeno del 15%). Poco prima dell’Aprica (nella frazione di San Pietro, che fa parte del Comune di Corteno Golgi), sulla destra si stacca la strada che indica Trivigno. Siamo circa a quota 1100 metri. Dopo i primi tornati al sole, la strada entra nel bosco per un lungo tratto con tornati e con una pendenza intorno al 7-8%. Dopo circa 3-4 km si arriva in località Pian del Gembro; la strada prosegue sempre abbastanza costante. Troverete un tratto con un cartello che indica il 20% di pendenza, ma in realtà è di non molto superiore al 10-12%. Dopo circa una decina di km (da San Pietro), con un’ultimo strappo si giunge in località Trivigno, nel comune di Tirano, a circa 1800 metri. A questo punto il grosso è fatto! Dopo la chiesetta si prosegue salendo in quota e portandosi nei tratti più panoramici del nostro itinerario. Per alcuni chilometri la strada si farà quasi pianeggiante con una splendida vista sulle Orobie (a destra) e sul Baitone (di fronte). Dopo questo tratto si scollinerà invece sul versante che guarda la Valtellina. Ci dovrà affrontare ancora un chilometro circa di salita (con dei tornanti) che ci porteranno al punto più alto della giornata, a circa 1940 metri. A questo punto la strada inizia un lunghissimo tratto (circa 8-9 km) pianeggiante, con una splendida vista sulla Valtellina e sul gruppo del Bernina. La strada inizierà poi una leggera discesa che ci porta al passo del Mortirolo (1852 metri), dove si incontra la salita che viene da Mazzo e quella che sale da Monno. A questo punto inizia la nostra discesa (a meno che ci si voglia riposare nei numerosi rifugi e bar della zona) verso Edolo. Il tratto con la maggior pendenza è proprio questo. Soprattutto prima e dopo la chiesetta di San Giacomo c’è un tratto di circa 500 metri dove la pendenza è intorno al 14-15%. La strada poi prosegue con molti tornanti nel bosco con una pendenza molto più dolce. Si attraversa il paese di Monno e dopo pochi km si scende sulla strada statale che viene da Ponte di Legno. Girando a destra arriviamo a Edolo dopo pochi chilometri. In tutto il nostro giro è di circa 60 km.